meres-tzeracus-batalleris

Meris, tzeracus e batalleris – S’Imprenta: rassegna stampa della colonia

de Ivan Monni

Settimana intricata e densa di argomenti, proviamo comunque a trovare il fil rouge, su filu arrùbiu, degli avvenimenti.

Questa settimana due articoli su Ovidio Marras, in occasione dei suoi 92 anni, ricostruiscono le vicende della sua battaglia legale. In solitaria.

  • Greenme: L’incredibile storia del pastore sardo che ha sconfitto da solo le lobby del cemento e impedito la costruzione di nuovi resort;
  • Sardiniapost: I 92 anni di Ovidio Marras, il pastore che salvò Capo Malfatano dal cemento

Ovidio da solo si è opposto e ha vinto una causa contro “una carovana di agenti immobiliari e di avvocati, in giacca e cravatta a fiutare affari”:

La terra resta, i soldi, anche se non hanno le ali, volano”, diceva.
Immagino sia la traduzione di:
Sa terra abarrat, su dinai, mancai chi no tenit alas, si bolat“.

È evidente in questa fase politica, il raggiungimento di una nuova maturità e di una nuova coscienza, probabilmente mai registrata: il passaggio dalla lotta individuale alla lotta di comunità, di cui Pratobello è un raro esempio (una delle poche vittorie sarde del novecento) e poi all’aggregazione delle singole comunità e dei comitati, che si uniscono e fanno rete per dare più forza alla lotta, cui l’incontro di Bauladu è il primo passo.

Tra le prime comunità a muoversi, quella di Villanovaforru, che sta sensibilizzando i propri cittadini a non svendere i propri terreni (“su dinai si bolat, sa terra no“).

Sull’altro fronte stanno i padroni della finanza speculativa e il padrone politico chiamato ministero italiano, che pure ha perso una diatriba con la regione sarda, con una sentenza del consiglio di stato, con la compiacenza di alcuni politici minori sardi, tra cui l’amministrazione di Selargius, prona e pronta a cogliere false “opportunità”, in realtà polpette avvelenate, raccordo di mille servitù che convergeranno nelle campagne per trasportare l’energia in Italia.
È stata presentata una interrogazione in Regione a proposito.
A Selargius un comitato appena nato, è pronto a fare rete con gli altri comitati e con le altre associazioni, promettendo battaglia su tutta la linea. Anche a Thiesi i cittadini si stanno organizzando e stanno dialogando con gli altri comitati.

Dopo Ovidio, in queste settimane alcune cause legali intentate da alcuni pastori sardi contro Berlusconi, per alcuni terreni, sono arrivate al capolinea.
L’ormai indifferente Berlusconi, su cui tante lacrime di Caimano sono state versate in questi giorni, aveva vinto la causa. 

L’ultima sentenza, dell’ultimo pastore resistente, contiene un retroscena, segnalato da Guerini: a convincere i pastori sardi ad accettare i denari sarebbe stato Graziano Mesina.
La resa ha il benestare del pastore-bandito ex “Primula Rossa sarda”.

Il capitolo predatorio di Berlusconi in Sardegna si era aperto con la resa incondizionata del Psd’Az: la consegna della bandiera dei quattro mori, per mano dell’allora segretario Trincas, che servilmente gliel’aveva consegnata. Idealmente gli diede le chiavi del potere dell’isola.
L’ambiguità è nel DNA del Psd’Az: da Mussolini, fino a Salvini.

https://gruppodinterventogiuridicoweb.com/

La bandiera umiliata da tzeracus e bruciata dai tifosi del Bari, per una giornata si è presa una rivincita.
Dalle ceneri, è rinata per riunire i sentimenti di tutti i sardi in un unico coro, orchestrato dal Mister Ranieri: “ce ne andremo in Serie A!“.
Premiata la caparbietà e la determinazione fino all’ultimo respiro. Una prova di carattere.

Segno dei tempi che cambiano: per la prima volta abbiamo sentito dei fischi dalla Curva nord rivolti all’inno italiano, suonato dalla propaganda militare e, per la prima volta, Carlo Felice non è stato rivestito dei nobili colori rosso-blu. 
Solo una pigra sciarpetta, sopra il braccio ormai stanco, desideroso di riposo in un caldo museo-ospizio.


Àteras novas de sa chida


Eolico nell’Isola, l’offerta pezzente delle multinazionali per portare via le terre ai sardi

“A uno dei nostri cittadini hanno offerto 12.000 euro all’anno, per vent’anni, per l’affitto della sua terra. Ha rifiutato”

sardinia-post

Pale eoliche off shore nel sud Sardegna, 20 richieste

Un muro di pale eoliche davanti a Chia e a Santa Margherita.

Teulada shock, bombe da 500 kg e radiazioni

Dal piano presentato in Regione emergono ammissioni gravissime da parte dei militari, tra scuse e silenzi

unione-sarda

Disastro ambientale al poligono di Teulada, cinque Capi di Stato maggiore a processo

La Procura aveva accertato lo stato di devastazione della “Penisola Delta”, un’area di tre chilometri quadrati dove, dal 2008 al 2016, furono sparati 860mila colpi di addestramento

unione-sarda

Dati Crenos:
Il Centrodestra ha raccolto un’eredità pesante, questa Giunta ha avviato riforme profonde attese da decenni. Dati PIL Sardegna in linea con quelli nazionali’’

Commento/1


Addio a Silvio Berlusconi, il Presidente Solinas: “Impressionante partecipazione di popolo, grande affetto verso una figura di enorme rilievo di cui si sentirà la mancanza”

Commento/2

REGIONE SARDEGNA


Solinas muto sul Cagliari in A, una delibera svela gli interessi: l’ospedale anziché lo stadio

Adesso è tutto chiaro. Chiarissimo. Christian Solinas non ha commentato il ritorno del Cagliari in serie A perché su Sant’Elia il governatore ha ben altri piani: al posto dello stadio, il capo della Giunta sarda vuole realizzare un nuovo maxi ospedale

sardinia-post

Le smanie berlusconiane di Zuncheddu: è pronto anche lui a scendere in campo

“in un editoriale pubblicato dalla sua Unione Sarda, preannuncia abbastanza esplicitamente che è arrivato il momento giusto per candidarsi alla presidenza della Regione Sardegna

sardinia-post

Soru contro Maninchedda, M5s pensa al carasau, Milia va via: la serata dei Progressisti

Ecco l’eterno duello tra Paolo Maninchedda e Renato Soru. Ecco il capo degli M5s sardi, Ettore Licheri, che cita la filiera del carasau e fa ribollire di rabbia soprattutto una signora dalle ultime file

sardinia-post

Sardismo alla ricerca di un futuro: riflessioni a Bauladu con l’associazione 4Moros

Venerdì il convegno a Casa Zoccheddu Erdas


Allarme per il sardo-logudorese, è fra le lingue minacciate a livello globale

L’Italia è in 35esima posizione nella classifica mondiale per numero di lingue a rischio estinzione

unione-sarda

Distillato il primo argon,il gas rivelatore della materia oscura

“il gas argon che arriva nell’Isola è a bassissima radioattività, estratto in pozzi sotterranei in Colorado e ha necessità di essere distillato (purificato) in modo da poter essere impiegato dal rivelatore DarkSide-20k

ANSA


Intelligenza artificiale, a rischio oltre 300mila lavoratori in Sardegna

“Siamo orgogliosi di dire che la Sardegna è l’unica regione italiana presente a questo evento mondiale

Luddismo 2.0

cagliaripad

Mancosu dedica la vittoria agli emigrati sardi: “Senz’e bosattrusu seusu nudda”

Non solo tifo per una squadra di calcio ma, come spiegato bene da Mister Ranieri, un  senso di appartenenza dell’intero popolo sardo, sia di chi risiede in Sardegna, sia di chi, anche contro la propria volontà, ha dovuto lasciarla.

QUATTROMORINEWS


Braccio di ferro, il sardo Franco Capra è tra i più forti del mondo: punta a 4 medaglie agli europei in Moldavia

Lo scorso anno il forte atleta aveva riportato in Sardegna ben quattro medaglie d’argento, due con il braccio sinistro e altrettante con il destro.

la-nuova-sardegna

Meme de sa chida

I Simpson avevano previsto anche questo

Le nuove servitù in arrivo sugli ingenui selargini e gli affari dei soliti speculatori.

Venditore Terna mentre finge di andare a proporre l'”affare” agli storici “rivali” quartuciàius


Immagine di : Mikleman CC BY 2.0 presa da italiani.it

Cumpartzi • Condividi

Lascia un commento / Cummenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha in caricamento...