elisenda

Da Puigdemont al patto ANC-ANS. Video intervista a Elisenda Paluzie

Il 19 novembre scorso al Lazzaretto di Cagliari si è tenuto l’incontro tra Assemblea Nacional Catalana ANC eAssemblea Natzionale Sarda ANS, durante il quale è stato firmato un patto di collaborazione. S’Indipendente ne ha approfittato per conoscere l’opinione di Elisenda Paluzie, presidente di ANC, su alcuni temi che nel blog hanno sempre avuto una certa rilevanza.

Ecco la video intervista realizzata pochi istanti prima dell’incontro. 

Di seguito, le domande che Ninni Tedesco, coordinatrice de S’Indipendente, ha posto a Elisenda Paluzie nel corso dell’intervista.

1. Quanto la vicenda Puigdemont e la conseguente dimostrazione di solidarietà da parte dell’indipendentismo sardo hanno accelerato il processo di collaborazione tra ANC e ANS fino a portare le due Assemblee alla firma del Patto di collaborazione?

2. Quale strategia ha adottato ANC per far acquisire alla società civile catalana maggior consapevolezza della necessità di un processo di autodeterminazione?

3. Quanto è stata importante la lingua?

4. Per quanto riguarda le elezioni al Parlamento Europeo, la Sardegna vi concorre nello stesso collegio della Sicilia a causa di una legge antidemocratica che le rende quasi impossibile eleggere un proprio rappresentante.
Quando Puigdemont è stato in Sardegna, gli è stato chiesto di intercedere per sostenere la causa di Punta Giglio, una zona protetta della costa NordOvest teatro di un abuso edilizio.
Potrebbe questa vicenda considerarsi l’inizio della collaborazione tra Catalogna e Sardegna su lotte che da soli sono difficili da fronteggiare?

5. Quanto è importante l’autodeterminazione per la liberazione della donna?


Tutte le risposte al’interno del video.


24 nov 2021

Lascia un commento / Cummenta