La giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza: l’iniziativa di ANS per le scuole sarde

Un significativo divario di genere persiste a tutti i livelli delle discipline scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche (STEM).
Per sensibilizzare sul tema, nel 2015 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha dichiarato l’ 11 Febbraio: “Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza“.
Vi proponiamo un interessante approfondimento a cura dell’Assemblea Settoriale Ambiente di ANS corredato da materiale informativo e didattico per adulti e bambini.

A livello mondiale, le ricercatrici tendono ad avere carriere più brevi, sono meno pagate dei propri colleghi uomini ed il loro lavoro è sottorappresentato nelle riviste scientifiche di alto profilo.
Le donne rappresentano:
il 33.3% dei ricercatori 
il 12% dei membri delle accademie scientifiche 
il 28% dei laureati in ingegneria 
il 40% dei laureati in computer science e informatica
il 22% dei professionisti in intelligenza artificiale.
Considerando l’Europa nel complesso, le cose vanno un po’ meglio: nel 2017 dei 18 milioni di scienziati ed ingegneri il 59% erano uomini ed il 41% donne.
La Sardegna, pur essendo una delle regioni dello stato italiano più virtuose a parimerito con la Sicilia, si posiziona al di sotto della media europea: le donne impiegate nei settori scientifici rappresentano il 37% del totale dei lavoratori.

Qui la notizia completa dal sito di Assemblea Natzionale Sarda.

Lascia un commento / Cummenta